L’esame di certificazione è un’esperienza umana, reale e indimenticabile - Antonietta D’Introno, Trinity Ambassador

Antonietta D’Introno è Trinity College London Ambassador per il suo grande impegno dedicato allo sviluppo e alla promozione delle attività Trinity. Per lei l’esame è un’esperienza umana reale e indimenticabile, da fare almeno una volta nella vita. La sua sarà una presenza speciale a Trinity Meets Puglia, l’evento in presenza che organizziamo il 15 novembre a Bari: nel suo liceo si è svolto il primo esame di certificazione nella scuola pubblica della sua Puglia. La sua energia si può toccare con mano attraverso una sua raccolta di testimonianze, voci diverse e preziose di colleghi e amici, che saranno pubblicate e consegnate ai partecipanti in occasione del convegno.

Abbiamo incontrato Antonietta per farci raccontare come è nata la sua collaborazione con Trinity e come questa ha letteralmente cambiato la sua vita professionale e non solo, grazie ad incontri straordinari.

Da quanto tempo collabora con Trinity e come ha iniziato?

Ottenni in Inghilterra un certificato Trinity alla fine di un corso di perfezionamento e da allora il mio approccio didattico in classe cambiò radicalmente. Introdussi nella mia scuola l’esame GESE già negli anni ’90 e mi resi conto che moltiplicando le esercitazioni di speaking & listening i miei studenti miglioravano giorno dopo giorno la loro fluency. In Puglia, quello del mio liceo, fu il primo esame di certificazione nella scuola pubblica. Iniziai a collaborare con Trinity College London aiutando i colleghi ad organizzare le sessioni d’esame, un impegno che divenne quasi quotidiano quando il Progetto Lingue 2000 finanziò i corsi di lingue straniere e le relative certificazioni in tutte le scuole d’Italia.

Come è cambiato il suo approccio nell'insegnamento?

Sono “cresciuta” con Trinity grazie alle sue incredibili storie che raccontano di scuole aperte di domenica per far ripetere agli studenti i “topic”, di presidi (come quello indimenticabile di Fara Filiorum Petri, in provincia di Chieti, anche sindaco del paese) che accolse Trinity e i suoi esaminatori con tutti gli onori perché, finalmente, i ragazzi studiavano l’inglese “per restare e non per emigrare in Canada”, della professoressa precaria che pagò le fees ai figli dei cassintegrati. E tanti, tanti, altri.

Perché l'esame di lingua inglese Trinity è un'esperienza che cambia la preparazione dello studente?

L’esame Trinity mi ha fatto conoscere una scuola di eccellenza e centinaia di docenti , preparati ed entusiasti, che hanno consentito ai loro studenti di licenziarsi dalla scuola superiore con il massimo dei livelli del framework europeo.

Perché le certificazioni Trinity sono utili?

L’esame Trinity è un’esperienza da fare almeno una volta nella vita perché si “misura”, step by step, la propria disponibilità a migliorare.

In occasione di Trinity Meets Puglia saranno presentate in anteprima le storie di docenti che hanno vissuto l'esperienza Trinity, nella raccolta "Il topic di una vita".

Leggi "Il topic di una vita"

Restiamo in contatto

Iscriviti alla Newsletter del Team Italiano di Supporto di Trinity College London.

Iscriviti