Trinity GESE: un esame di lingua inglese adatto a tutti gli studenti

Forse hai già sentito parlare degli esami Trinity GESE, ma hai ancora dei dubbi, oppure ti hanno detto che questi sono adatti solamente agli studenti europei.

Sicuramente, in Europa il Graded Examinations in Spoken English (GESE) è molto diffuso e conosciuto, ma questo non limita il suo utilizzo solamente al territorio europeo.

Infatti, questi esami sono utili a tutti coloro che stiano studiando per imparare meglio l’inglese!

Quando chiedo ai miei studenti le motivazioni che li hanno spinti a studiare la lingua inglese, spesso mi rispondono che hanno bisogno dell’inglese per trovare un buon lavoro, perché è richiesto all’università o perché amano viaggiare. Un altro motivo è che ai ragazzi piace guardare i programmi TV in lingua inglese, giocare online e seguire gli influencer e amano sentirsi parte della cultura e chattare con persone dall’altra parte del mondo.

In ogni caso, la provenienza degli studenti o la ragione per la quale questi vogliano imparare l’inglese non è importante: si tratta sempre di comunicazione ed è per comunicare con gli altri in modo efficace che tutti studiano questa lingua.

Comunicare efficacemente è un elemento fondamentale per superare gli esami Trinity. Questi esami sono pensati in modo da incoraggiare e premiare i candidati che saranno in grado di sostenere una conversazione in inglese con l’esaminatore, facendo domande e rispondendo, e assumendo un ruolo attivo nella discussione. Dopotutto, questo è quanto accade nella comunicazione reale e nella vita di tutti i giorni.

Eppure, tantissimi studenti credono che imparare l’inglese consista soltanto nello studiare la grammatica, nel conoscere il significato di liste infinite di vocaboli nel fatto di essere in grado di superare un esame. Così, dopo anni di studio intenso e il conseguimento di buoni voti, gli studenti rischiano di trovarsi in difficoltà in un ambiente in cui si parla la lingua inglese.

Trinity GESE: l’esperienza di chi ha deciso di intraprendere il percorso di studio

L’esperienza di Su

Su si sente molto nervosa e al contempo entusiasta al suo arrivo a Londra. La sua prima sfida consiste nel raggiungere il suo nuovo alloggio all’università dall’aeroporto. Spera di riuscire a capire ciò che le verrà detto, in virtù del fatto che è la sua prima esperienza in un Paese di lingua inglese, ma ha studiato duramente e ha fiducia nel fatto che il duro lavoro le darà i risultati sperati.

La sua prima settimana al campus è un vortice di informazioni e di volti nuovi. Le mancano i suoi amici rimasti a casa, ma è sicura che anche a Londra ne incontrerà degli altri. Organizzerà al meglio i suoi studi in modo da poter trascorrere il weekend con i suoi amici e, qualche volta, organizzare dei viaggi per visitare altre parti d’Europa: non vede l’ora.

Alla sua prima lezione di inglese, gli studenti vengono divisi in gruppi allo scopo di  discutere gli argomenti proposti dall’insegnante.

Su è contenta di scoprire che tutti nel suo gruppo sono studenti internazionali. Iniziano a discutere, ma Su si rende velocemente conto che fa fatica a tenere il passo. Non fa nemmeno in tempo a formulare i suoi pensieri che la conversazione è già andata avanti. Le altre persone sono così sicure! Man mano che le settimane passano, nota che i suoi compagni si stanno organizzando in gruppi per andare a prendere un caffè dopo le lezioni e per incontrarsi durante il weekend. Un giorno li sente mentre programmano un viaggio a Parigi. Il suo cuore sussulta pensando a quanto abbia sempre desiderato andarci.

Fortunatamente ci sono degli studenti davvero gentili nel campus in cui alloggia ed è riuscita a trovare una comunità di studenti provenienti dal suo Paese, il che le permette di riprendersi per qualche momento dallo shock culturale. Ma questi ragazzi li avrebbe potuti conoscere anche nel suo paese d’origine! Inizia, inoltre, a preoccuparsi di ciò che farà nel prossimo semestre. Durante l’anno deve svolgere un tirocinio in azienda, ma come farà a sostenere il colloquio con questo livello di inglese? Per non parlare del lavoro vero e proprio!

Non può crederci: ha studiato così tanto per poter arrivare a Londra, e sperava di essere la migliore della sua classe, ma adesso è in difficoltà e si sta lasciando scappare delle opportunità che aveva sempre sognato.

Sebbene Su abbia lavorato sodo e abbia studiato la lingua inglese nel migliore modo possibile, non era realmente preparata al suo utilizzo pratico, nella vita quotidiana.

Per questo l’esame Trinity GESE può dare a coloro che si trovino nella situazione di Su la sicurezza necessaria per poter comunicare. I candidati più brillanti sono quelli che hanno le abilità necessarie per utilizzare l’inglese senza problemi nelle comunicazioni che si svolgono nel mondo reale.

A questo punto, torniamo indietro nel tempo e vediamo come Su avrebbe potuto prendere una strada diversa nell’apprendimento dell’inglese, guardando alcuni esempi tratti dai tre dei quattro stage degli esami Trinity GESE e osservando come essi riflettano le abilità necessarie nel mondo reale.

Elementary Stage

Al Grade 5, i viaggi sono un possibile argomento di discussione. Come sappiamo, Su ama visitare nuovi posti, e il prossimo della sua lista è Parigi. Ha frequentato delle lezioni di inglese per padroneggiare la lingua e per sentirsi sicura delle sue abilità al fine di conoscere nuove persone quando viaggia.

Examiner: Let’s talk about travel. Have you been to any other countries?

Su: Yes, I have. A few years ago I went to France with my family. It’s really amazing. Have you ever been there?

Examiner: Yes, I have. Last year I went to Paris for a few days.

Su: Really? I’d like to go there. I might go next year. I’ve seen many photos of the Eiffel Tower. Did you see it?

Examiner: No, I didn’t have time.

Su: You didn’t see it?? But there are lots of things to do in Paris. I think I’ll go up the tower and to an art gallery because I prefer to see history. I think holidays only at the beach are very boring.

Examiner: Me too.


In questo caso, Su e l’esaminatore rispondono a ciò che l’altra persona afferma e la direzione della conversazione dipende dalle reciproche risposte. Il successo di Su non si basa su una performance studiata a memoria, sterile e preconfezionata. Nonostante il suo livello non sia alto, Su possiede le abilità comunicative per sostenere una discussione interessante sulla sua passione per i viaggi.

Intermediate Stage

Al Grade 8, ’esame includerà anche l’Interactive Phase, fase che inizia con uno spunto di conversazione generale. Il candidato, partendo dallo spunto, potrà condurre la successiva discussione in merito all’argomento proposto.

Visto che l’inglese di Su è migliorato, è pronta per questo livello d’esame.

Examiner: Some new neighbours have recently moved in next door and they’re quite noisy. I don’t know what to do about it.

Su: What sort of noise have they been making?

Examiner: They’ve had a party every weekend since they moved in a month ago.

Su: Every weekend? That’s too much. I think it’s ok to have one or maybe two parties in their new house but I don’t see why they need one every weekend. How loud are the parties?

Examiner: Very! The music sometimes goes on until 3am.

Su: That’s late. What about in the week? Do they play music late then?

Examiner: No, not really.

Su: They’re probably sleeping! Maybe you should wait to see what happens in the next few weeks.

Examiner: Yes maybe, but there is another problem…


L’abilità di discutere di un problema, la capacità di ottenere maggiori informazioni, di fare commenti pertinenti e di lavorare alle soluzioni sono abilità estremamente utili. Aiuterebbero Su a costruire nuove amicizie, ma avrebbero anche un grande peso dal punto di vista dello studio, in particolare per i lavori progettuali che coinvolgano un gruppo. Possiamo inoltre supporre che potrebbe usare queste abilità in un ambiente professionale.

Advanced Stage

A livello Grade 10 l'esame inizia con una presentazione formale da parte del candidato della durata di 5 minuti su un argomento a sua scelta, seguita da una discussione condotta dal candidato sull’argomento scelto.

Su: To summarise, these new technologies will transform our lives in ways which we could not have imagined 50 years ago. Thank you for listening. Do you have any questions?

Examiner: Thank you for a very interesting presentation Su. I share your excitement about the future of technology but I’m wondering about the effect of it on employment. You said it will create jobs for millions of people, but won’t even more people lose their jobs?

Su: It’s true that some jobs such in sectors such as driving and customer service will dramatically reduce and those workers will need to retrain. This will be a problem for a while. However, we can train the next generation in skills which will be increasingly useful in the 21st century workforce. This is happening already.

Examiner: Really?

Su: Yes, I can tell you about a few projects….


Su ha scelto un argomento che riguarda il suo campo di studi perché sa che, probabilmente, dovrà fare delle presentazioni all’università e che, se le cose andranno come spera, dovrà fare la stessa cosa dopo che avrà trovato un lavoro in quel settore. Ha inoltre capito che questo è un ottimo esercizio di pratica per un colloquio di lavoro.

Restiamo in contatto

Iscriviti alla newsletter del team italiano di supporto di Trinity College London.

Iscriviti