Radicare l’internazionalizzazione e promuovere la continuità didattica con gli esami Trinity: l’esperienza dell’Ist. Comprensivo di Gottolengo

Come preparare i giovani alle sfide della società globalizzata del XXI secolo? Grazie all'introduzione degli award e degli esami Trinity in tutti i cicli, dalla scuola dell'infanzia alla secondaria di I grado, l'Istituto Comprensivo di Gottolengo (BS) è riuscito negli anni a radicare l'internazionalizzazione e a favorire la continuità didattica agevolando così lo sviluppo delle competenze linguistiche degli studenti.

In diversi casi, i ragazzi hanno superato con successo esami di certificazione di livelli addirittura superiori (B1 e B2 del Quadro Comune Europeo di Riferimento) alle indicazioni ministeriali, le quali auspicano il raggiungimento del livello A2 del QCER al termine della scuola secondaria di I grado.

Dell'impatto positivo di Trinity College London sull'apprendimento linguistico abbiamo discusso con il professor Vittorino Treccani, Dirigente dell'istituto.

"La nostra esperienza con Trinity partì nel 2012-13, anno in cui il referente per gli esami di allora, il professor Carmine Rizzo, mi prospettò per la prima volta i benefici che sarebbero derivati dalla preparazione degli esami Trinity nella motivazione degli studenti e nel potenziamento delle loro competenze linguistiche. Trovai le argomentazioni del docente molto convincenti e l'azione venne subito portata in Collegio Docenti. All'inizio alcune insegnanti erano titubanti, ma in breve tempo si sono convinte sposando con entusiasmo il progetto e apprezzando la caratteristica degli esami Trinity College London di valutare abilità comunicative essenziali nel mondo reale."

I numeri fatti registrare negli anni testimoniano la capacità di coinvolgere non solo gli studenti dell'Istituto Comprensivo di Gottolengo, ma anche delle altre scuole presenti sul territorio.

"Da una prima sessione Trinity con 78 studenti la crescita è stata considerevole e ci ha permesso di arrivare a circa 150 candidati interni e più o meno 250 esterni. Le classi che partecipano sono sia le quarte e le quinte della primaria, grazie anche alla collaborazione di docenti molto sensibili che collaborano con l'attuale referente Trinity, la professoressa Elena Agazzi, sia ovviamente le classi della secondaria di primo grado."

In alcuni casi i risultati raggiunti dagli studenti sono stati notevoli.

"Abbiamo avuto diversi Trinity GESE Grade 6 (equivalente al livello B1 del QCER, ndr) e GESE Grade 7 (B2), tra i quali vorrei menzionare una ragazza proveniente da una famiglia indiana che ha superato brillantemente l'esame. La presenza di studenti di origine extracomunitaria è molto significativa nella nostra zona: di norma, le loro famiglie si rivelano molto sensibili a una proposta formativa finalizzata allo sviluppo delle competenze linguistiche. Vorrei inoltre sottolineare che, a seguito di una ricaduta motivazionale positiva su tutta la scuola, anche alcuni docenti hanno sostenuto degli esami Trinity."

Di recente l'istituto ha attivato anche Trinity Stars, una valutazione formativa di gruppo che non prevede promozioni o bocciature.

I bambini, di età compresa tra i 3 e i 12 anni, imparano canzoni o storie in lingua inglese e le mettono in scena come gruppo di fronte a un esperto Trinity che, dopo aver osservato la performance, li premia con una medaglia.

"Abbiamo deciso di organizzare delle performance Trinity Stars arrivando a sommare oltre 300 adesioni tra i nostri alunni più giovani. In generale, il coinvolgimento crescente delle famiglie dei ragazzi dell'istituto è testimoniato dal loro coinvolgimento nell'ospitare i docenti madrelingua inglesi che si fermano nella nostra scuola per 3 mesi. Sulla base degli scenari macroeconomici attuali, sentiamo l'esigenza di mettere i nostri studenti in grado di compiere scelte consapevoli al termine della secondaria di primo grado e di prepararli già da ora alla possibilità di trovare in futuro degli sbocchi professionali all'estero. Secondo tale ottica, l'introduzione degli esami Trinity è stata un elemento importante nel dare vigore alle nostre azioni di radicamento dell'internazionalizzazione."

Nella prospettiva di fornire ai ragazzi competenze chiave per il proseguimento degli studi e per l'inserimento nel mondo del lavoro, l'auspicio è che l'esperienza dell'Istituto Comprensivo di Gottolengo possa essere replicato in altre scuole sul territorio nazionale.