Il possesso di una certificazione di livello B2 e C1 in lingua inglese: un requisito fondamentale anche nel pubblico impiego

Il recente concorso pubblico indetto dall'INPS per titoli ed esami, che mira a selezionare 967 nuovi addetti, prevede l'assegnazione di ben 8 punti ai candidati in possesso di una certificazione di lingua inglese di livello C1 del Quadro Comune Europeo di Riferimento, soltanto uno in meno rispetto, per esempio, a coloro che hanno conseguito una laurea magistrale con voto finale di 110 e lode.

Questo fatto, già di per sé, testimonia il peso del possesso di una certificazione di lingua inglese. Vengono invece assegnati 5 punti a coloro che sono in possesso di una certificazione di livello B2.

Ciò mette in evidenza nuovamente l'importanza nel settore pubblico, oltre a quello privato - come testimoniato da questo video - di conseguire un documento in grado di certificare le competenze linguistiche a un determinato livello.

Peraltro già lo scorso dicembre l'INPS aveva emanato un altro bando che in quel caso richiedeva il possesso di una certificazione di lingua inglese di livello equivalente o superiore a B2 del QCER.

In realtà, già nel 2015, un decreto attuativo della Riforma Madia (Legge 124/15) aveva introdotto “l'accertamento e la conoscenza della lingua inglese e di altre lingue, quale requisito di partecipazione al concorso o titolo di merito valutabile dalle commissioni giudicatrici, secondo modalità definite dal bando anche in relazione ai posti da coprire.”

Se da un lato l'obbligatorietà di aver conseguito una certificazione non viene menzionata dal decreto Madia, è anche vero che la commissione giudicatrice può decidere di richiedere il possesso di una certificazione per accertare il livello del personale da selezionare - è il caso del concorso INPS del dicembre 2017 - o prevedere l'assegnazione di un punteggio in base al livello della certificazione linguistica acquisita - è il caso del più recente concorso per titoli indetto dall'INPS.

Le certificazioni Trinity College London di livello B2 e C1

Trinity College London è presente nell'elenco stilato dal MIUR degli enti certificatori (Decreto 07.03.2012, Prot. 3889 ed aggiornato con Decreto del Direttore n. 118 del 28.02.2017) fin dal primo momento in cui tale elenco è stato redatto.

Per quanto riguarda il livello B2, Trinity offre 2 tipologie e 4 esami di certificazione in lingua inglese:

1) Esami GESE - che valutano le abilità di Speaking & Listening:

Grade 7;

Grade 8;

Grade 9.

2) Esami ISE - che valutano in modo integrato le abilità di Reading & Writing e Speaking & Listening:

ISE II.

Per quanto riguarda il livello C1, Trinity offre 2 tipologie e 3 esami di certificazione in lingua inglese:

1) Esami GESE - che valutano le abilità di Speaking & Listening:

Grade 10;

Grade 11.

2) Esami ISE - che valutano in modo integrato le abilità di Reading & Writing e Speaking & Listening:

ISE III.

Considerando che gli esami Trinity College London non hanno scadenza, consigliamo di non farsi cogliere impreparati e di rivolgersi alle sedi Trinity più vicine per capire come sostenere con successo un esame di certificazione di livello B2 e aprirsi così la strada verso nuove e importanti opportunità professionali!

Allineamento esami Trinity-QCER:
trinitycollege.it/lingua-inglese/quadro-comune-di-riferimento-europeo-per-le-lingue/

Per informazioni sulle sedi di esame:
trinitycollege.it/sedi-di-esame/