Garantire la continuità didattica tra i cicli di studio grazie agli esami Trinity

Fornire agli studenti obiettivi chiari verso i quali mirare e assicurare una continuità nell'apprendimento della lingua inglese durante il percorso di studi grazie alla preparazione degli esami di certificazione Trinity College London: questa, in sintesi, è l'esperienza maturata e condivisa in questa intervista con il nostro Team dalla professoressa Emanuela Stoppoloni, referente Trinity dell'Istituto Comprensivo Via Acquaroni a Roma.

"La nostra scuola è situata a Tor Bella Monaca - afferma - nella periferia di Roma oltre il Grande Raccordo Anulare. Si tratta di un quartiere multi-etnico che ha accusato in maniera pesante le conseguenze della crisi occupazionale di questi anni.

Nonostante i seri problemi sociali ed economici della zona, le famiglie dei ragazzi del nostro Istituto si sono sempre rivelate sensibili rispetto all'importanza di imparare le lingue straniere. Io stessa, quando parlo con i ragazzi, cerco sempre di spiegare che essere in grado di comunicare in lingua inglese è un elemento essenziale per inserirsi nel mondo del lavoro di oggi."

È ormai dal 2005 che l'Istituto Comprensivo Via Acquaroni organizza sessioni di esami di certificazione Trinity College London.

"Da diversi anni offriamo un potenziamento linguistico con ore addizionali con i docenti della scuola e in 12 anni siamo arrivati ad avere un ampio numero di bambini e ragazzi che hanno sostenuto con successo gli esami Trinity. Nelle classi quinte della primaria diversi studenti hanno sostenuto l'esame GESE 3 (equivalente al livello A2 del Quadro Europeo di Riferimento o QCER, ndr) mentre al terzo anno della scuola secondaria di primo grado abbiamo addirittura avuto dei candidati agli esami GESE 6 e 7 (rispettivamente B1 e B2 del QCER, ndr). Peraltro, alcuni ragazzi che inizialmente non avevano voluto sostenere l'esame, incoraggiati dall'entusiasmo dei compagni che l'avevano superato, hanno in seguito deciso di presentarsi all'esame, uscendo dall'exam room davvero felici. Sono esperienze significative, che rafforzano la convinzione delle famiglie della zona, seppur alle prese con gravi difficoltà economiche, a investire nella formazione linguistica dei propri figli. A testimonianza di ciò, durante una cerimonia di consegna dei certificati che abbiamo organizzato di recente alla presenza dei genitori, l'affluenza è stata tale che nel cortile della scuola non si trovava un metro libero!"

Oltre agli esami GESE, che valutano le abilità di Speaking & Listening, l'Istituto ha iniziato a organizzare anche delle sessioni Trinity Stars, uno strumento di valutazione formativa di gruppo che non prevede promozioni o bocciature.

I bambini, di età compresa tra i 3 e i 12 anni, imparano canzoni o storie in lingua inglese e le mettono in scena come gruppo o come School Show davanti a un esperto Trinity che, al termine della performance, li premia con una medaglia.

"Lo scorso anno ho presentato alla scuola materna un progetto che prevedeva un percorso finalizzato alla preparazione di Trinity Stars con 230 bambini iscritti, che si sono sommati ai 200 della scuola primaria," conclude Emanuela Stoppoloni. "Il successo del progetto mi ha permesso di proporre una performance più articolata di Trinity Stars anche ai ragazzi del primo anno della secondaria, il che consentirà di garantire continuità nella didattica della lingua inglese tra i diversi cicli di studio.

In generale, molti dei nostri alunni hanno frequentato la scuola con più costanza nei periodi che coincidevano con la preparazione di Trinity Stars e degli esami GESE di Trinity College London: già di per sé questo è un risultato che non ha bisogno di ulteriori commenti."