Esami di certificazione Trinity College London e PON: tanti punti in comune

Esami di certificazione Trinity & PON: in questa intervista, Nicoletta Cherchi, per anni persona di riferimento del support team italiano di Trinity relativamente ai progetti PON, riassume i numerosi punti di incontro tra gli obiettivi degli Avvisi del periodo 2014-2020 e la filosofia alla base degli esami Trinity College London.

Puoi riassumere l'esperienza maturata dal team di supporto Trinity durante i progetti PON nei diversi settenni?

La filosofia di Trinity College London è sempre stata quella di affiancarsi alle scuole con l'obiettivo di favorire la motivazione all'apprendimento e all'insegnamento della lingua inglese. I PON, cioè la possibilità di aumentare l'offerta formativa attraverso finanziamenti aggiuntivi (in parte europei e in parte nazionali), hanno ulteriormente contribuito a questo obiettivo. Gli esami Trinity College London sono stati scelti fin dal primo settennio, circa 20 anni fa, da numerose scuole che hanno così potuto certificare studenti che altrimenti non ne avrebbero avuto l'opportunità.
Il supporto che Trinity offre oggi è il frutto di questa esperienza maturata "sul campo" e costantemente arricchita dalle scuole che hanno scelto gli esami Trinity per certificare le competenze di studenti che si sono formati con corsi di lingua inglese finanziati dai PON.

Esistono diversi punti di contatto tra gli esami Trinity e i progetti PON riguardanti lo sviluppo di competenze in lingua inglese.

Il formato delle prove, i numerosi livelli disponibili, il focus sulle abilità comunicative, la possibilità di svolgere gli esami in sede. Tutti questi elementi fanno sì che le certificazioni Trinity siano state scelte da moltissime scuole come naturale conclusione dei percorsi formativi finanziati dai PON.
In particolar modo, nell'ultimo settennio PON, nel quale è evidente l'attenzione alle abilità comunicative e alla performance linguistica, si comprende quanto sia importante che le scuole scelgano per gli studenti coinvolti nei progetti PON una certificazione in grado di valutare l'uso reale della lingua inglese nel XXI secolo. Gli esami Trinity sono infatti dinamici e moderni e valorizzano le reali competenze maturate dallo studente.

In questi anni ti è capitato di rispondere a numerose richieste di chiarimento. Quali sono i suggerimenti, sulla base della tua lunga esperienza, che daresti alle scuole relativamente alle domande più frequenti?

Come è naturale la nostra casella di posta pon@trinitycollege.it ha ricevuto nel tempo richieste di ogni tipo riguardanti i PON. Ritengo quindi importante chiarire in primo luogo ciò che Trinity può fare per le scuole e ciò che invece Trinity non fa.
Seguendo ogni passo della progettazione PON iniziamo da un punto molto preciso: il progetto deve essere realizzato dalla scuola. Spesso ci è stato chiesto se potevamo occuparci noi della redazione del progetto. Questo non è però previsto né consentito dagli avvisi ministeriali.
La possibilità di avere accesso ai finanziamenti deve passare attraverso l'attenta lettura degli avvisi dell'Autorità di Gestione del MIUR pubblicati sul sito http://www.istruzione.it/pon/asse01_istruzione.html i quali chiariscono, nel loro titolo e sottotitolo, gli obiettivi e le finalità.  
Le scuole che pensano di finanziare con i PON i corsi di lingue finalizzati alla certificazione che hanno sempre fatto non hanno probabilmente compreso appieno le finalità alla base del programma di questo settennio.
Facciamo un esempio concreto: l'avviso 3504/2017 Cittadinanza Europea, come citato nei documenti ministeriali, "…si inserisce nel quadro di azioni finalizzate al potenziamento della Cittadinanza europea di studentesse e studenti, attraverso la conoscenza, la consapevolezza e la riflessione intorno all'idea di Europa e di Unione Europea."
Lo scopo non è quindi lo studio della lingua inglese fine a sé stesso. Si mira invece a far acquisire agli studenti la consapevolezza di che cosa significa essere cittadini europei. In altri termini, la conoscenza linguistica è uno strumento e non una finalità.
L'inserimento degli esami Trinity nel progetto può invece rappresentare un valore aggiunto in quanto essi stimolano l'innovazione metodologica e didattica. La collaborazione con TCL può essere inserita nel progetto attraverso una lettera di collaborazione (solo per le sedi registrate) oppure una lettera di intenti (sia per sedi registrate che non registrate). Questa va richiesta scrivendo dalla email istituzionale della scuola alla casella pon@trinitycollege.it e citando il numero dell'avviso e l'eventuale numero di registrazione Trinity.
Le scuole che hanno avuto progetti approvati ci hanno spesso richiesto servizi linguistici come l'organizzazione dei corsi o la disponibilità di docenti madrelingua. Ricordiamo che Trinity è un ente certificatore separato dalle istituzioni che offrono formazione e per questo non può organizzare corsi o fornire docenti alle scuole che hanno un progetto approvato che comprende la lingua inglese.

Ma allora come si fa ad organizzare una sessione di esame Trinity all'interno di un PON?

Se la scuola ha scelto Trinity College London quale ente certificatore e non è ancora sede di esami registrata, il primo passo da fare è quello di registrala così da poter ricevere le informazioni necessarie ad iscrivere gli studenti. Per la registrazione come sede di esame, che è completamente gratuita, consultare trinitycollege.it/diventare-sede-di-esami/
Alternativamente, se la scuola non intende registrarsi come sede di esame, può rivolgersi alle sedi di esame Trinity presenti sul territorio.
Per trovare la sede esami più vicina consultare trinitycollege.it/sedi-di-esame/
Le scuole con progetti PON che avessero bisogno di ulteriore supporto possono rivolgersi alle sedi di esame Trinity private, le quali conoscono il formato delle prove e, avendo esperienza nell'organizzazione delle sessioni di esame, possono curare sia la preparazione che tutti gli adempimenti amministrativi per la registrazione dei candidati. Le sedi di esame private sono distribuite su tutto il territorio nazionale e l'elenco completo è disponibile su trinitycollege.it/sedi-di-esame/

Grazie Nicoletta per tutto il prezioso lavoro svolto in questi anni!