Convegno

La musica per lo sviluppo delle abilita' di lettura degli allievi con dislessia: tra neuroscienze e didattica inclusiva

Online 17/06/2021
dalle 17:00 alle 18:30

trinity college londond :: webinar

Descrizione

L’intervento presenta una riflessione su come la didattica inclusiva per gli allievi con dislessia possa utilmente avvalersi dei risultati di ricerca delle neuroscienze che stanno esplorando le relazioni tra il network neuronale del linguaggio e quello della musica. Gli studi sulla plasticità cerebrale hanno infatti dimostrato che il training musicale promuove le abilità fonologiche indispensabili all’acquisizione della letto-scrittura e del linguaggio. Fin dalla scuola dell’infanzia, dunque, gli insegnanti possono proporre attività educativo-musicali efficaci per prevenire e compensare le prestazioni deficitarie degli allievi rispetto alle abilità metafonologiche.

Parteciperanno:

AMALIA LAVINIA RIZZO
Amalia Lavinia Rizzo è ricercatrice in “Didattica e Pedagogia Speciale” presso il Dipartimento di Scienze della Formazione dell’Università degli Studi Roma Tre.
Pianista, diplomata in didattica della musica, specializzata nelle attività di sostegno e in musicoterapia, abilitata in musica e in strumento musicale, laureata al DAMS e dottore di ricerca in Pedagogia, si dedica da più di vent’anni alla didattica musicale in prospettiva inclusiva.
A seguito di una lunga esperienza nella scuola, unita ad attività di ricerca educativa, ha indagato il concetto di musica inclusiva applicato al contesto italiano della full inclusion individuando una modalità di progettazione curricolare specifica per la scuola secondaria di I grado realizzabile da insegnanti musicisti di sostegno. Da molti anni formatrice del personale docente, è autrice di numerosi materiali didattici per gli insegnanti e di pubblicazioni scientifiche nell’ambito della didattica per l’inclusione. La sua attività di studio tiene conto dell’orientamento dell’Evidence Based Education in campo educativo speciale.

ANNALISA SPADOLINI
Funzionario presso il Dipartimento per il Sistema Educativo di Istruzione e Formazione del Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca, Direzione Generale per il personale scolastico - Ufficio Formazione docenti. Dal 2007 è componente del Comitato nazionale per l’apprendimento pratico della musica per tutti gli studenti, presieduto dal Prof. Luigi Berlinguer presso il MI. Dal 2016 a oggi è coordinatore nazionale del Nucleo tecnico Operativo dello stesso Comitato.
Musicista professionista, docente di strumento, da anni coniuga l’attività di musicista a quella di ricercatrice e di formatrice. Ha coordinato il "Forum nazionale per l’educazione musicale".
Dal 2017 ad oggi è il coordinatore generale per il MIUR-CNAPM del Progetto "Musica a scuola" (www.musicascuola.indire.it) svolto in collaborazione con INDIRE.
Dal 2018 è componente per INVALSI dei Nuclei esterni di valutazione per il sistema nazionale di valutazione del sistema scolastico.
Da settembre 2019 coordina sempre per il MIUR - CNAPM un Progetto di ricerca internazionale in collaborazione con Trinity College London e l’Università di Lancaster per uno studio di impatto sulle certificazioni internazionali musicali nella scuola italiana. I risultati della ricerca saranno diffusi in 60 paesi del mondo.

LAURA HABEGGER
Laura Habegger è diplomata in Pedagogia e Didattica della Musica Strumentale (chitarra) presso il Conservatorio di Musica di Mar del Plata (Argentina) e in Didattica della Musica presso il Conservatorio “G. Verdi” di Milano.
Ha svolto attività docente presso asili nido, scuole, conservatori ed università sia in Argentina che in Italia. Attualmente è docente di Pedagogia e Psicologia della Musica e Metodologia dell’Educazione Musicale all'interno del corso AFAM in Didattica della Musica nella Civica Scuola di Musica C. Abbado di Milano. Ricopre il ruolo di Senior Academic per la Musica nel team di supporto italiano del Trinity College London. Forma parte della rete europea di ricercatori in educazione musicale per l'infanzia (Eunet MERYC), e ha pubblicato le sue ricerche in diversi paesi dell'Unione Europea.

Lingua di lavoro

Italiano

Restiamo in contatto

Iscriviti alla newsletter del team italiano di supporto di Trinity College London.

Iscriviti